PRUGNE (SUSINE)

REGOLAMENTO (CEE) N. 1591/87

DELLA COMMISSIONE

del 5 giugno 1987

che stabilisce norme di qualità per le prugne

G.U. CEE N - L 146 del 06/06/1987 (pag. 49)

Modificato dal Reg. (CE) 1168/99 del 3 giugno 1999 - G.U. 141 del 4/6/99

Modificato dal Reg. (CE) 848/00 del 27 aprile 2000 - G.U. 103 del 28/4/00

Norma di qualità per prugne (susine)

I. DEFINIZIONE DEL PRODOTTO

La presente norma si applica alle susine delle varietà (cultivar) derivate da:

- Prunus domestica L., ssp. domestica

- Prunus domestica L., ssp. insititia (L) Schneid

- Prunus domestica L. ssp. italica (Borkh.) Gams

- Prunus domestica L. ssp. syriaca (Borkh.) Janchen e

- Prunus salicina Leindl

destinate ad essere fornite allo stato fresco al consumatore, escluse le prugne destinate alla trasformazione industriale.

II. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA QUALITÀ

La norma ha lo scopo di definire le caratteristiche qualitative che le prugne devono presentare dopo condizionamento e imballaggio.

A. Caratteristiche minime

In tutte le categorie, tenuto conto delle disposizioni specifiche previste per ogni categoria e delle tolleranze ammesse, le prugne devono essere:

- intere,

- sane; sono esclusi i prodotti affetti da marciume o che presentino alterazioni tali da renderli inadatti al consumo,

- pulite, praticamente prive di sostanze estranee visibili,

- praticamente esenti da parassiti,

- praticamente esenti da danni provocati da attacchi di parassiti,

- prive di umidità esterna anormale,

- prive di odore e/o sapore estranei.

Le prugne debbono essere state raccolte con cura. Esse devono presentare un grado sufficiente di sviluppo e di maturazione. Lo sviluppo e lo stato di maturazione delle prugne devono essere tali da consentire:

‑ il trasporto e le operazioni connesse,

‑ l'arrivo al luogo di destinazione in condizioni soddisfacenti.

B. Classificazione

Le prugne sono classificate nelle tre categorie seguenti:

i) Categoria "Extra"

Le prugne di questa categoria devono essere di qualità superiore. Esse devono presentare la forma, lo sviluppo e la colorazione tipici della varietà. Esse devono essere:

- praticamente ricoperte di pruina secondo la varietà,

- di polpa resistente.

Esse non devono presentare difetti, ad eccezione di lievissime alterazioni superficiali, che non devono tuttavia pregiudicare l’aspetto generale, la qualità, la conservazione e la presentazione nell'imballaggio del prodotto.

ii) Categoria I

Le prugne di questa categoria devono essere di buona qualità. Esse devono presentare le caratteristiche tipiche della varietà. Sono tuttavia ammessi i seguenti leggeri difetti, purchè non pregiudichino l'aspetto generale, la qualità, la conservazione o la presentazione nell'imballaggio del prodotto:

‑ un lieve difetto di forma,

‑ un lieve difetto di sviluppo,

‑ un lieve difetto di colorazione,

‑ difetti della buccia di forma allungata, che però non superino, in lunghezza, un terzo del diametro massimo del frutto; in particolare, sono tollerate screpolature cicatrizzate per le varietà "Regine Claudie dorate" (1),

‑ altri difetti della buccia, la cui superficie totale non superi 1/16 della superficie del frutto.

(1) Definizione:

Regine Claudie (Prugne verdi, Dauphines, Greengages) con buccia verde, a riflessi leggermente giallastri.

iii) Categoria II

Questa categoria comprende le prugne che non possono essere classificate nelle categorie superiori, ma che rispondono alle caratteristiche minime sopra definite.

Esse possono presentare i difetti seguenti, purchè questi non pregiudichino le caratteristiche essenziali di qualità, conservazione e presentazione:

- difetti di forma,

- difetti di sviluppo,

- difetti di colorazione,

- difetti della buccia la cui superficie totale non superi un quarto della superficie del frutto.

III. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA CALIBRAZIONE

La calibrazione è determinata dal diametro massimo della sezione normale all'asse del frutto.

La determinazione del calibro minimo viene effettuata secondo lo schema seguente:

Categorie Extra e I

Categoria II

Varietà a grossi frutti (1)

35 mm

30 mm

Altre varietà

28 mm

25 mm

Mirabelles e Damsons

20 mm

17 mm

Per la categoria "Extra", la differenza di diametro tra i frutti contenuti nello stesso imballaggio è fissato a 10 mm.

(1) Cfr. l'elenco allegato alla presente norma.

IV. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE TOLLERANZE

Per i prodotti non rispondenti alle caratteristiche della categoria indicata, sono ammesse tolleranze di qualità e di calibro in ogni imballaggio.

A. Tolleranza di qualità

i) Categoria "Extra"

Il 5% in numero o in peso di prugne non rispondenti alle caratteristiche della categoria, ma conformi a quelle della categoria I, o eccezionalmente ammesse nelle tolleranze di questa categoria.

ii) Categoria I

Il 10% in numero o in peso di prugne non rispondenti alle caratteristiche della categoria, ma conformi a quelle della categoria II, o eccezionalmente ammesse nelle tolleranze di questa categoria. Nell'ambito di questa tolleranza, i frutti spaccati e/o verminati sono limitati al 2%.

iii) Categoria II

Il 10% in numero o in peso di prugne non rispondenti alle caratteristiche della categoria nè alle caratteristiche minime, esclusi i frutti affetti da marciume, ammaccature pronunciate o che presentino qualsiasi altra alterazione che li renda inadatti al consumo.

Nell'ambito di questa tolleranza, i frutti spaccati e/o verminati sono limitati al 4%.

B. Tolleranze di calibro

Per tutte le categorie: il 10% in numero o in peso di prugne che presentino, rispetto al calibro minimo o al calibro indicato sull'imballaggio, una divergenza massima di 3 mm in più o in meno.

V. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE

A. Omogeneità

Il contenuto di ogni imballaggio deve essere omogeneo e comprendere esclusivamente prugne della stessa origine, varietà, qualità e (qualora sia imposta una calibrazione) dello stesso calibro e, per la categoria "Extra", di colorazione uniforme.

La parte visibile del contenuto dell'imballaggio deve essere rappresentativa dell'insieme.

B. Condizionamento

Le prugne devono essere condizionate in modo che sia garantita una protezione adeguata del prodotto.

I materiali utilizzati all'interno dell'imballaggio devono essere nuovi, puliti e di sostanze che non possano provocare alterazioni esterne o interne dei prodotti. L'impiego di materiali e in particolare di carte o marchi recanti indicazioni commerciali è autorizzato soltanto se la stampa o l'etichettatura sono realizzate con inchiostro o colla non tossici. Gli imballaggi devono essere privi di qualsiasi corpo estraneo.

C. Presentazione

Le prugne possono essere presentate in uno dei modi seguenti:

- in piccoli imballaggi,

- disposte in uno o più strati separati l'uno dall'altro,

- alla rinfusa nell'imballaggio, salvo per la categoria "Extra".

VI. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE INDICAZIONI ESTERNE

Ogni imballaggio deve recare, in caratteri raggruppati su uno stesso lato, leggibili, indelebili e visibili dall'esterno, le indicazioni seguenti:

A. Identificazione

Imballatore e/o speditore: nome e indirizzo o simbolo di identificazione rilasciato o riconosciuto da un servizio ufficiale. Tuttavia, in caso di utilizzazione di un codice (identificazione simbolica), la dicitura "imballatore e/o speditore" (o un'abbreviazione equivalente) deve essere indicata accanto al codice (identificazione simbolica).

B. Natura del prodotto

‑ "Prugne" o “Susine”, se il contenuto non è visibile dall'esterno.

‑ Denominazione della varietà.

C. Origine del prodotto

Paese d'origine ed eventualmente zona di produzione o denominazione nazionale, regionale o locale.

D. Caratteristiche commerciali

‑ categoria,

‑ calibro (in caso di calibrazione) espresso in diametro minimo e massimo.

E. Marchio ufficiale di controllo (facoltativo).


ALLEGATO

1. ELENCO NON LIMITATIVO DELLE VARIETÀ

A FRUTTO GROSSO DI PRUNUS DOMESTICA

Varietà, Cultivar

e/o denominazione commerciale e sinonimi

Ariel

Apple

Belle de Louvain (Bella di Lovanio)

Bernardina

Bluefre (Blue Fré)

Cacanska lepotica (Belle de Cacak, Cacaks Beauty,

Cacaks Shöne)

Cacanska najbolja (Meilleure de Cacak, Cacaks Beste)

Cacanska rana (Precoce de Cacak, Cacaks Frühe)

California Blue (California Blu)

Carpatin

Centenar

Coe's Golden Drop

De Fraile (Fraila)

Denniston Superb

Edwards (Colbus)

Emma Leppermann

Empress

Erfdeel

Giant (Burbanks Giant Prune)

Grand Prix (Grand Prize)

Hall

Harris Monarch (Harris)

Heron

Imperial Epineuse

Janand

Jefferson (Jefferson's Gage)

Jori's Plum

Jubileum

June Blood

Magna Glauca

Manns Number One

Marjorie's Seedling

Merton Gage (Merton, Mereton)

Merton Gem

Monarch

Monsieur Hâtif (Early Orléans)

Nueva Extremadura

Oneida

Ontario (Ontariopflaume)

Pitestean

Pond's Seedling

President

Prince Engelbert

Prince of Wales (Prince de Galles)

Prof. Collumbien


Varietà, Cultivar

e/o denominazione commerciale e sinonimi

Prune Martin

Queen's Crown (Cox's Emperor)

Quetsche blanche de Lètricourt (Quetsche Dr. Lètricourt)

Regina Claudia Mostruosa

Regina d'Italia

Reine-Claude d'Althan (Falso)

Reine-Claude d'Oullins (Oullin's Gage)

Seneca

Sugar Prune

Sultan

Swan Gage

Tragedy

Utility (Laxton's utility)

Valor

Victoria

Vision

Washington

Zimmers Frehzwetsche


2. ELENCO NON LIMITATIVO DELLE VARIETÀ

A FRUTTO GROSSO DI PRUNUS SALICINA


Varietà, Cultivar

e/o denominazione commerciale e sinonimi

Allo

Andys Pride

Angeleno

Autumn Giant

Autumn Pride

Beaut Sun

Beauty (Beaty)

Bella di Barbiano

Black Amber

Black Beaut

Black Diamond

Black Gold

Black Rosa

Black Royal

Black Star

Black Sun

Burbank

Burmosa

Calita

Casselman (Kesselman)

Catalina

Celebration

Centenaria

Del Rey Sun

Delbarazur

Dolar

Eclipse

Eldorado

Eric Sun

Flavor King

Formosa

Fortune

Friar

Frontier

Gavearli

Gaviota

Globe Sun

Goccia d'Oro

Golden Japan (Shiro)

Golden King

Golden Kiss

Golden Plum

Goldsweet 4

Grand Rosa


Varietà, Cultivar

e/o denominazione commerciale e sinonimi

Green Sun

Hackman

Harry Pickstone

Howard Sun

Kelsey

Lady Red

Lady West

Laetitia

Laroda

Larry Ann (Larry Anne, Tegan Blue, Freedom)

Late Red

Late Santa Rosa

Linda Rosa

Mariposa (Improved Satsuma)

Methley

Midnight Sun

Morettini 355 (Coeur de Lion)

Narrabeen

Newyorker

Nubiana

Obilnaja

October Sun

Original Sun

Oro Miel

Ozark Premier (Premier)

Pink Delight

Pioneer

Queen Ann

Queen Rosa

Red Beaut

Red Rosa

Red Sweet

Redgold

Redroy

Reubennel (Ruby Nel)

Royal Black

Royal Diamond

Royal Garnet

Royal Star

Roysum

Ruby Blood

Ruby Red

Sangue di Drago


Varietà, Cultivar

e/o denominazione commerciale e sinonimi

Santa Rosa

Sapphire

Satsuma

Simka

Sir Prize (Akihime)

Songold

Southern Belle

Southern Pride

Souvenir

Souvenir II

Spring Beaut

Starking Delicious

Stirling

Suplumeleven

Suplumthirteen

Suplumtwelve

Susy

TC Sun

Teak Gold

Top Black

Tracy Sun

Wickson

Yakima

Yellow Sun

Zanzi Sun